Via Roma, 1

36010 FOZA (VI)

ALTOPIANO DEI SETTE COMUNI

Tel. 0424 443641

Comune di Foza

Via Roma, 4

36010 FOZA (VI)

Tel. 0424 698003

www.comune.foza.vi.it

p. iva 00537800245

Il primo piano del museo ospita dall’agosto 2013 una sezione tutta dedicata alla Pecora Foza. L’allestimento è stato pensato come un vero e proprio viaggio alla scoperta della pastorizia. Attraverso fotografie, documenti, oggetti e ricordi rivive un’attività a lungo trascurata, che ha retto per secoli l’economia di Foza e dell’intero Altopiano.

La pastorizia fu infatti la principale risorsa per queste genti che seppero selezionare una razza di pecore denominata come il paese. La pecora “Foza”si diffuse a tal punto da identificare col proprio nome tutte le pecore vicentine e non solo. La sua lana abbondante fece la fortuna dei lanifici del Pedemonte. Ora in questa mostra – progettata anche come installazione permanente e parte integrante del Museo – la pecora “Foza” diventa protagonista, assieme ai tanti pastori e alla gente del paese che ha contribuito a sostenere; e si fa strada la consapevolezza che le complesse vicende legate alla pastorizia sono intimamente legate all’identità di un territorio da valorizzare. Anche per questo uno sforzo collettivo mira a salvare dall’estinzione le ultime pecore rimaste.

Il progetto di allestimento è stato pensato attraverso l’installazione di 18 pannelli didattici e scenografici collocati secondo una “modalità aerea” lungo le sale del museo. In pratica, si è intervenuto sovrappondosi alla struttura architettonica senza intaccare lo spazio distributivo dell’edificio, che è diventato, assieme al paesaggio circostante percepito dalle numerose finestre, una vera e propria quinta scenica.
I pannelli sono realizzati in plexiglas opalino, che in qualità di materiale traslucido, filtreranno la luce naturale e artificiale creando nel visitatore un gioco e una suggestione visiva.

Museo di Foza - Sezione dedicata alla pastorizia e alla Pecora Foza


A cura di:

Alberto Alberti (per i contenuti storici);

Filippo Menegatti (per i contenuti scientifici e per il progetto di recupero della Pecora Foza);

Francesca Rodeghiero (per i contenuti etnografici)

Progetto allestimento, design dell’informazione e grafica:

Antonio Busellato, Roberto Busellato - B.LAB design

Attraverso i q code posizionati lungo il percorso espositivo è possibile accedere con il proprio smartphone agli approfondimenti dei contenuti della mostra.

Clicca sui link sottostanti per accedere ai contenuti della mostra “Sul Filo di Lana”

I pannelli espositivi

L’intera installazione della mostra “Sul Filo di Lana” è appesa al soffito degli ambienti del Museo di Foza attraverso un sistema di sottili cavi di nylon, che,

consentendo una leggera oscillazione dei pannelli, daranno la sensazione al visitatore di trovarsi immerso in un gregge di pecore.

L’informazione degli oggetti è posizionata su cartellini appesi al soffitto; per poterli leggere bisogna prenderli in mano e avvicinarli a sè.

Un sistema ludico ed esperienziale per conoscere la mostra.

La sala di accesso alla mostra e il filo rosso

che guida il percorso espositivo.

La campanella è il segno di benvenuto in ogni sala.

Istruzioni per l’uso: è posizionata all’altezza della testa per poter incidentalmente “sbatterci” contro e farla suonare.

Gli abiti del pastore e le loro etichette.